Posts Tagged ‘un’emozione da vivere’

Chi siamo? Da dove veniamo? Che lavoro facciamo?

maggio 23, 2009

Succede che un giorno decidi di candidarti alle elezioni amministrative del Comune vicino.
Succede che per preparare il materiale propagandistico ti chiedano una fotografia e ti pongano la fatidica domanda: “Professione?”

Avrei avuto meno problemi a rispondere se a tre anni mi avessero chiesto se volevo più bene alla mamma o al papà.

Non ci facciamo mancare proprio niente.

marzo 31, 2009

Perché non provare l’esperienza del mobbing, eh?

Dimissioni?

marzo 27, 2009

Viene spontaneo chiedersi perché non ho ancora mollato questo lavoro.

Le ragioni sono essenzialmente due.
Intanto perché s’ha da campa’. E coi tempi che corrono buttalo via un lavoro a due passi da casa. E interessante, peraltro.
E poi perché la volta che me ne sono andata sbattendo la porta e urlando che davo le dimissioni perché non sopportavo più di lavorare in queste condizioni e con questa gente non mi hanno presa sul serio.

Qui si scrive poco…

marzo 23, 2009

…e non per mancanza di argomenti, anzi.

Probabilmente è l’abbondanza che crea confusione e rende difficile raccogliere il filo per tessere un racconto.

Negli ultimi mesi è successo che:
– il consorzio per cui lavoravo con contratto a tempo indeterminato è stato liquidato e con esso il mio contratto;
– mi hanno spostata a lavorare ad un altro consorzio, socio del primo, con contratto a progetto;
– no, aspetta un po’. Per avere quel contratto a progetto ho dovuto aspettare quasi tre mesi;
– il contratto era di tre mesi;
– dopo avermi fatto aspettare tutto questo tempo, il presidente del consorzio voleva che la sua firma sul contratto  la facessi io perché lui non poteva passare dal commercialista. Doveva andare a caccia;
– mi è stato rinnovato il contratto per altri tre mesi, quindi fino a fine aprile è festa grossa.

Precariato, un’emozione da vivere.